10 aprile 2010

The Host

Guardando questo film del 2006 diretto da Joon-ho Bong mi sono chiesto più volte per quale motivo i coreani sono così rincoglioniti in età adulta, mentre da bambini sembrano essere tanto svegli. Magari sarà qualcosa nell'acqua che bevono, vai a sapere.

Comunque, coreani poco svegli a parte, The Host è un film di mostri. Di un mostro, per la precisione, che salta fuori dal fiume Han in seguito all'inquinamento causato da non mi ricordo quale agente chimico e mette Seul, e i suoi poveri abitanti tonti, a soqquadro. The Host racconta anche di una famiglia problematica, un po' come quella di Little Miss Sunshine, e della loro ricerca della componente più giovane che, ovviamente, viene rapita dal mostrone. Il tutto sullo sfondo di una cospirazione governativa messa in piedi per nascondere al pubblico cosa sta accadendo davvero in città.

The Host mischia generi senza farsi troppi problemi, buttando nel mucchio orrore, commedia, azione, dramma e denuncia. Il passaggio da un genere all'altro non sempre funziona, soprattutto nella parte centrale del film che zoppica un po' per ritmo, ma il risultato è comunque un film che se ne batte le palle e continua imperterrito a fare casino, e riuscendo pure a mettere in piedi un dramma famigliare toccante e strappando più di una risata gustosa.
Posta un commento
cookieassistant.com