18 giugno 2003

Varie ed eventuali.

Già che sono in vena, vi racconto qualche altro fatto sparso.
In Square lavora un ragazzo giapponese... no, aspettate. È giapponese d'aspetto, ma per il resto è italiano nel midollo: è nato e cresciuto a Roma. Ha quindi un forte accento romano... e si trova più a suo agio a parlare in italiano che non in giapponese. Carino 'sto fatto. Ha lavorato per un bel po' a Dynamic Italia come (pensate un po') traduttore di anime e manga. Nel frattempo si è laureato in Filosofia all'Università di Roma. Quando poi la sua ragazza (giappo) ha deciso di tornare a Tokyo, visto che lui si era scocciato di stare in Dynamic e in Italia non riusciva a trovare nient'altro, si è trasferito con lei qui a Tokyo. Dopo aver lavorato per un po' nell'ufficio Dynamic locale, è riuscito a farsi assumere in Square Enix. Ragazzo molto simpatico, e il fatto che parli italiano perfettamente aggiunge un non so che al tutto :)

Se non vado al ristorante, e in settimana accade molto di rado, la questione cena viene di solito risolta con un passaggio a uno dei tanti combinì che si trovano sparsi un po' ovunque qui a Tokyo. Combinì è l'abbreviazione giappo di Convenience Store (la b salta fuori dal fatto che i giapponesi non sanno leggere la v). Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, qui a Tokyo sembrano non esistere grossi supermercati. La spesa viene effettuata in questi minimarket forniti con un po' di tutto (giornali, cibo preinscatolato, sushi e sashimi fresco, articoli vari per la casa, cartoleria... il tutto dipendentemente dalle dimensioni del negozio). Quindi in pratica, mentre si va a casa, ci si infila in un combinì, si prendono un paio di cose e poi le si mangia a casa. Ieri sera mi sono preso un po' di potato salad, uno dei quei famosi triangoli di riso che si vedono sempre negli anime e tre ravioli aperti ripieni di qualcosa che sembrava salsa d'uovo cotto, carotine e gamberetti... una meraviglia. Il tutto per... boh, 700 yen mi sembra. Un po' tanto forse, ma la potato salad era effettivamente un po' troppa, quindi me la sarei potuta cavare con meno.
Stasera invece è stata la volta di tristissimi cup noodles (gli spaghetti istantanei)... niente di che, e ho ancora fame. Mal che vada vado al combinì qui sotto aperto 24 ore su 24 e mi prendo qualcosa di buono... tipo sushi e sashimi in offerta vista l'ora tarda. Mmm...

Ah, è ufficiale. La connessione che ho qui in albergo è una chiavica. L'unica cosa che sembra funzionare decentemente è Trillian (ah, su ICQ mi trovate al 137188938). Il resto va di merda che peggio non potrebbe. Il tutto fino a circa mezzanotte, ora in cui sembra che la Tokyo telematica vada a dormire, liberando banda.

Per ora a tutto. Se mi viene in mente qualche altro fatto, non mancherò di rendervene partecipi.
Cia'!
Posta un commento
cookieassistant.com