15 maggio 2010

Bunny and The Bull

Scritto e diretto dall'esordiente Paul King, già regista della serie televisiva inglese The Mighty Boosh, Bunny and the Bull è una commedia di due amici, Steve e il Bunny del titolo. È anche, nelle parole del suo regista, un road-movie ambientato in un appartamento.

Steve è un agorafobico, rinchiuso in acasa da circa un anno in seguito a non meglio specificati eventi avvenuti durante una vacanza in giro per l'Europa in compagnia di Bunny, il quale è caratterialmente l'opposto di Steve, ha successo con le donne e ha un problema con il gioco d'azzardo. La loro vacanza è raccontata attraverso i flashback che Steve ha nel suo appartamento rigurdando fotografie e altri oggetti collegati in qualche modo al viaggio.

Bunny and the Bull ha uno stile visivo molto particolare e gran parte delle scenografie sono realizzate con cartapesta, meccanismi di orologio e oggetti da cucina, con molti elementi ripresi dall'appartamento di Steve, e utilizza anche la tecnica dello stop-motion in molte sequenze. La trama e i personaggi sono classici e, se vogliamo, scontati, ma lo stile visionario rende il tutto più gradevole. L'umorismo particolare potrebbe non piacere a tutti, è molto inglese per molti aspetti (io mi sono letteralmente spaccato dal ridere quando i protagonisti incontrano il barbone in Svizzera) e la sceneggiatura fatica a fondere i momenti comici con quelli più seri se non alla fine, ma Bunny and the Bull è sicuramente un film sincero su due improbabili amici e il loro viaggio metaforico e non che merita di essere visto, fosse anche solo per il suo stile visivo molto particolare.
Posta un commento
cookieassistant.com