10 maggio 2010

Amores Perros

Questo film messicano del 2000 è un discreto mattoncino. Di quelli intensi, lenti, pesanti, lunghi (2 ore e mezza circa). Però è anche un bel film, girato con gusto cinematografico e ricco di personalità e atmosfera.

Il titolo può essere tradotto piuttosto liberamente con "L'amore è una cagna", e non è un titolo casuale, perché il ruolo dei cani e le loro vicende sono strettamente collegate a quelle dei loro padroni. Amores Perros narra tre storie d'amore nel senso più ampio del termine, tre storie che si intersecano in alcuni momenti, ma che rimangono comunque ben distinte. La prima è quella di due fratelli e una ragazza sposata con uno dei due, quello violento e poco di buono, mentre l'altro è innamorato di lei e vorrebbe portarla via verso la felicità; la seconda ha come protagonisti il responsabile di una rivista di moda/costume e la sua amante, modella per una nota marca di profumi, per la quale abbandona casa e famiglia; la terza è la storia di una barbone ex-galeotto che sbarca il lunario facendo il sicario su commissione mentre cerca di trovare il coraggio di riallacciare i rapporti con la figlia abbandonata vent'anni prima.
La parte centrale del film, quella della seconda storia, è quella che rende il film decisamente più pesante di quanto non sia già, ma il film rimane notevole nella sua rappresentazioni di sentimenti e relazioni. Certo, è tutt'altro che un film "facile", e il ritmo lento annoierà più di una persona, ma Amores Perros è decisamente un ottimo lavoro di realismo sui drammi della vita.
Posta un commento
cookieassistant.com