9 novembre 2003

La televisione.

Sto guardando un po' di tv (sì, giusto guardando) e ci sono due cretini che suppongo siano due comici.
Ora, uno dei due indossa una maglia di squadra di calcio... della Lazio, per l'esattezza. Sì, la Lazio. Mi viene da chiedermi... perché?! Ma già so che questo mio quesito non troverà mai risposta.
Ah, hanno appena passato la pubblicità di Siren, nuovo gioco deppaura per PS2. Sembra caruccio.
Più in generale, per quanto sono riuscito a capire, la qualità della tv giapponese è veramente ridicola, anche se, ovviamente, non ai livelli di quella italiana (penso il primato italico sia inarrivabile).
Il palinsensto di solito prevede, a rotazione: soap opera con una recitazione degna della telenovela piemontese dei tempi di Mai dire TV, talk show con ospiti che parlano (ovviamente) e mangiano, sport (baseball o calcio, di solito... e anche il sumo!!!) o film stranieri.
L'aspetto culinario della tv è qualcosa che salta all'occhio di chiunque guardi la tv giapponese. Anche se il programma non sembra avere nulla a che fare con il cibo, è assicurato che, prima o poi, presentatori e ospiti si siederanno a tavola e mangeranno tutti insieme, oppure avranno una parte del programma dedicata alla cucina,
Come adesso: stanno passando dedicato ai cani. Beh, c'è stata la parte in cui hanno fatto pausa e hanno mangiato tutti insieme (no, non con i cani). E il bello è che non c'entrava assolutamente niente!
A ognuno il suo: a noi le Letterine e le Veline, ai giapponesi il sushi e il sashimi.
Altro fatto televisivo completamente folle sono gli spot pubblicitari. Anche senza capire una parola, è evidente la pazzia insita in questo popolo. Dovrei registrarle, alcuni spot sono veramente bellissimi.
Posta un commento
cookieassistant.com